Blog - Il dr. Senette risponde.

Dietologo a Cagliari Milano Sinnai Iglesias
Alimentazione e nutrizione a 360°
Canale Youtube del dr. Senette
Segui il dr. Senette su Facebook
dietologo nutrizionista a Cagliari Milano Sinnai Iglesias
Segui il dr. Senette su Facebook
Canale Youtube del dr. Senette
Vai ai contenuti

Lucia chiede: alimentazione ed endometriosi

Pubblicato da in Forum · 1 Ottobre 2018
Tags: endometriosi
Salve dr. Senette, soffro da anni di dolori associati al ciclo e durante i rapporti. dopo diverse viste ginecologiche, ecografie ed analisi, ho avuto quest’ anno la diagnosi di endometriosi con la prescrizione di un farmaco a base di dienogest.
dopo qualche settimana di sollievo sto realizzando che comunque il problema non e’ variato piu’ di tanto.
ho sentito una sua paziente affetta dalla mia medesima patologia, che in ospedale  riferiva ad una infermiera un netto miglioramento della sintomatologia dopo aver intrapreso con lei un percorso nutrizionale.
si puo’ fare effettivamnete qualcosa con l’ alimentazione contro questa patologia  invalidante  o i miglioramenti sono soggettivi e dipendenti da caso a caso?
grazie in anticipo per l'attenzione, Lucia

dr. Senette risponde:

gentile Lucia,
l’endometriosi, ovvero la presenza di endometrio, (mucosa che normalmente riveste esclusivamente la cavita uterina) all’esterno dell’utero  può interessare la donna gia alla prima mestruazione (menarca) e accompagnarla fino alla menopausa.
in italia sono affette da endometriosi circa il 5% delle donne, e in totale si stimano circa 3 milioni di casi di endometriosi, nei vari stadi clinici. il picco si verifica tra i 25 e i 35 anni, ma la patologia può comparire anche in fasce d'eta più basse. la diagnosi arriva spesso dopo un percorso lungo e dispendioso, il più delle volte vissuto con gravi ripercussioni psicologiche per la donna.
le donne che soffrono di endometriosi riferiscono dolore mestruale, dolore durante i rapporti sessuali, dolore alla minzione e alla defecazione, a volte accompagnato dalla comparsa di sangue nelle urine o nelle feci. il dolore può essere cronico e persistente, ma generalmente i sintomi si aggravano durante il periodo mestruale. alcune donne lamentano astenia e lieve ipertermia, che può accentuarsi in periodo mestruale, e fenomeni depressivi.
per quanto riguarda la dieta cara lucia, le posso confermare che le donne che aderiscono a un regime salutistico basso-proteico e con poca carne, latticini e dolciumi, rafforzano il sistema riproduttivo,  e riferiscono difficoltà minime in tutte le transizioni ormonali. l’irritabilità, gli stress, la tensione, che spesso accompagnano la patologia dell’ endometriosi sono in realtà a mio modo di vedere  il risultato di alterazioni metaboliche-cellulari.
il mantenimento delle membrane mucose, e dei tessuti dell’ apparato riproduttore femminile in condizioni di perfetta funzionalità, come di qualsiasi altro distretto corporeo, non puo’ infatti verificarsi se non con abbondanza di cibo naturale, vitaminico, enzimatico e acquoso.
le sottolineo inoltre che a mio modo di vedere,  la predisposizione verso un tipo di patologia, resta un dato di base di cui è importante tenere conto, ma in tutti i casi è lo stile di vita il vero responsabile che fa si che tale predisposizione evolva in malattia conclamata.


comments powered by Disqus
Torna ai contenuti