Luigi chiede: Sinusite - Blog - Il dr. Senette risponde.

Foto dr. Pietro Senette
Logo dietologo nutrizionista Senette
MENU
menu navigazione
Vai ai contenuti

Luigi chiede: Sinusite

Pubblicato da in Forum ·
Tags: sinusiteMilano
Gentilissimo Dr.Senette, soffro da 10 anni di sinusite e circa un anno fà,  ho sentito parlare di un legame tra dieta e questa mia patologia. Mi sono quindi rivolto a diversi nutrizionisti/dietologi di Milano  ma non ho avuto nessun miglioramento e sono tuttora alla soluzione di partenza. Ho sentito l' altro giorno una sua intervista televisiva dove diceva chiaramente che la sinusite è un infiammazione secondaria allo stato intestinale del paziente. Per evitare un ulteriore buco nell' acqua come con i suoi colleghi nutrizionisti/dietologi milanesi vorrei avere da lei  delle delucidazioni in merito alle sue affermazioni e se possibile, in base alla sua esperienza darmi garanzie in termini di miglioramento o risoluzione della mia patologia. Attualmente seguo la seguente terapia: aerosol 2 volte al giorno con 2ml di fluimucil 1 flaconcino di aircort e dopo pranzo prendo 1 compressa di kestine 10 mg due volte al di. Attendo una sua cortese risposta e vorrei inoltre sapere eventualmente quando potrebbe ricevermi a Milano.
Grazie Luigi
Dott Senette risponde:
Carissimo Luigi, la sinusite è un’infiammazione acuta o cronica di alcune strutture anatomiche del volto: i seni paranasali, cavità che fanno parte delle vie aeree, inserite nello spessore delle ossa craniche. I seni comunicano con la cavità nasale attraverso aperture chiamate osti . Quando il seno è infiammato, l’ostio viene ostruito. Nella stragrande maggioranza dei casi, il processo infiammatorio è dovuto a infezioni virali, batteriche e fungine, o a reazioni allergiche.Normalmente tutte queste circostanze sono strettamente connesse a  situazioni riguardanti  persone con evidenti deficit immunitari.
Cerco di essere ancor piu' chiaro, in un essere come quello umano, definito "simbionte" ovvero organismo vivente che vive obbligatoriamente in rapporto con altri organismi viventi,il fatto di avere un squilibrio favorente batteri o funghi non benevoli vuol dire un unica cosa: disbiosi intestinale. In sostanza vuol dire avere una alterazione degli enzimi e della flora batterica che vive all’interno dell’intestino, chiamata anche microbiota intestinale, che causa una serie di sintomi a carattere non solo intestinale ma anche extraintestinale. Tra questi alcuni come cambiamenti dell’umore, disturbi del sonno, cistiti e candidosi frequenti ,sinusiti, cali di forza fisica o performace sessuale che  non sono facilmente collegabili alla loro vera origine salvo esperienza del nutrizionista/dietologo in merito. L’unica cura possibile è chiaramente la normalizzazione della funzione digestiva. Decongestionare l’intestino, disinfiammarlo è l' unica chiave di volta per venire a capo da qualsiasi patologia ad esso connessa.
Giusto per essere chiari l'enorme importanza dell' intestino negli equilibri immunitari dell'organismo era già stata intuita da Ippocrate circa  4.500  anni fa, al punto da spingerlo ad affermare che: "Tutte le malattie cominciano nell'intestino". Oggi sappiamo che l'intestino rappresenta il più importante baluardo immunitario dell'organismo, basti pensare che con la sua superficie di circa trecento metri quadrati, quest'organo ospita qualcosa come centomila miliardi di microorganismi e produce grossomodo il 70% delle cellule immunitarie dell'organismo.In breve chi normalmente ha un apparato immunitario ben funzionante difficilmente ha problemi di sinusite e congeneri.
Quindi caro Luigi,  tentare di venire a capo della sua patologia senza sistemare l' intestino è come provare a spegnere un fuoco senz' acqua o estintori!!
Per quanto riguarda la possibilità di riceverla presso il mio studio di milano la invito a contattarmi tramite l' apposita sezione https://www.senettedietologo.it/milano.html, saro' lieto di aiutarla a superare quest' impasse cronica altamente invalidante.
Dr.Senette


comments powered by Disqus
Torna ai contenuti