Susanna chiede: dimagrimento rapido e fame continua

Dietologo a Cagliari Milano Sinnai Iglesias
Alimentazione e nutrizione a 360°
dietologo nutrizionista a Cagliari Milano Sinnai Iglesias
Vai ai contenuti

Susanna chiede: dimagrimento rapido e fame continua

Pubblicato da Susanna in Forum · 25 Gennaio 2017
Tags: dimagrimentoappetito
Gentile Dr.Senette sono una vita a dieta, ma ogni volta dopo i primi 3-4 kg il mio peso di ferma e subentra in me lo sconforto.
Ad essere sincera sono seguita da un nutrizionista a Cagliari da quasi un anno ma ho perso ad oggi 4,100 kg e non con pochi sacrifici, infatti la fame continua non mi da tregua.
Mi devo rassegnare o lei puo’ darmi qualche consiglio?

Dr. Senette risponde:

Cara Susanna, tutte le persone in sovrappeso o addirittura obese,  aspirano a perdere peso velocemente.Tutti vorrebbero una soluzione veloce e indolore,  calare di peso in pochi giorni, in maniera salutare e  ovviamente non riprendere il peso perso nel periodo successivo. La magia non esiste. Diffidate da chiunque vi propone dimagrimenti estremi senza fatica e dedizione. Per dimagrire bisogna impegnarsi e seguire i dettami degli specialisti della nutrizione.
Detto questo sicuramente ogni caso ha la sua peculiarita’ ed è possibile applicare protocolli  dietetici piu’ o meno efficaci a seconda della situazione di partenza del paziente.
Un’ esempio sicuramente valido per il dimagrimento rapido sono le diete normo proteiche VLCD. Essenzialmente questo approccio racchiudere 5 vantaggi essenziali e che bene si adattano alle sue esigenze di dimagramento:
A)Assenza della sensazione della fame;
B)Pieno benessere nonostante il ridotto apporto energetico;
C) Perdita di peso gratificante;
D)buona protezione della massa magra;
E) rispettoso della fisiologia dell’uomo e quindi esente da rischi per la salute.
La differenza tra la dieta VLCD e le famose  diete iperproteiche tanto di moda negli ultimi anni, risiede nell’apporto proteico: la dieta vlcd è normo proteica mentre la dieta iperproteica lascia la scelta del pasto libero e affida la quantità proteica al libero arbitrio del soggetto. Alcuni studi riferiscono di individui che durante una tra le più famose diete ipeprotieche quale la dieta Dukan, arrivano a consumare fino a 3g /kg peso corporeo di proteine con danni non di poco conto principalmente a livello renale ma che non risparmiano neanche tanti altri organi fondamentali sopratutto in pazienti in forte sovrappeso o addirittura obesi che gia’ fanno sostenere al tutto il corpo  un vero e proprio lavoro straordinario.
Le consiglio pertanto di condividere con il suo nutrizionista cagliaritano la possibilità di seguire una dieta di questo tipo.


Torna ai contenuti