Sergio chiede: Giusto apporto di fibre - Blog - Il dr. Senette risponde.

Foto dr. Pietro Senette
Logo dietologo nutrizionista Senette
MENU
menu navigazione
Vai ai contenuti

Sergio chiede: Giusto apporto di fibre

Pubblicato da in Forum ·
Tags: dietafibrestitichezza
Gentile Dr.Senette, le scrivo perché sento spesso parlare dell' importanza delle fibre nella dieta ma ho notevole difficoltà ad impostare una dieta che ne contenga la giusta quantità.
La ringrazio anticipatamente e le porgo miei più cordiali saluti
Sergio

dr. Senette risponde:

Caro Sergio più fibre nella nostra tavola è spesso un consiglio che viene dispensato in maniera incompleta e riduttiva, e come dice lei
giustamente nessuno spiega come farlo nella pratica.
Le faccio di seguito un esempio pratico che le permetta quotidianamente di dare al suo corpo il giusto apporto.
Un esempio corretto di ripartizione delle fibre è di 3 porzioni di frutta al giorno lontano dai pasti, e pertanto di una quota che va da
600 grammi ad un kg al giorno di frutta , e di almeno 250 grammi di ortaggi crudi e cotti sia a pranzo che a cena, per cui si tratta allù
incirca di mezzo chilo.
Adottando questa dieta si soddisfa il fabbisogno di fibre medio di ogni individuo che è di 30 grammi al giorno, scongiurando uno scarso apporto che significherebbe tanti effetti avversi tra quali il più noto è la stitichezza.
Le ricordo comunque caro Sergio che spesso alcune persone a causa di patologie quali le mucositi intestinali(coliti e congeneri),hanno difficoltà ad assumere questi quantitativi di fibra, per cui il quantitativo andrebbe commisurato oltre che alle necessità del corpo anche alla capacità digestiva personale.
Alcuni degli alimenti più ricchi di fibra sono fagioli, fave, ceci, lenticchie, piselli, lupini, orzo, miglio, saraceno, pasta e pane da farine integrali, polenta, carciofi, cereali, cicoria, carote, melanzane,bietole, funghi, agretti, finocchi, pere, mele, fichi, banane, kiwi, nocciole, mandorle, frutta secca.

Saluti,
dr. Pietro Senette


comments powered by Disqus
Torna ai contenuti